Dimostra che sei un essere umano


Donna manager

Premio Minerva Roma 2022. Un’iniziativa per le donne e per le imprese che le valorizzano

Premio Minerva Roma 2022. Un’iniziativa per le donne e per le imprese che le valorizzano

Si è tenuta a Roma, presso l’Auditorium di Unindustria, la seconda edizione del Premio Minerva Roma Donna Manager e Azienda di eccellenza 2022

Il primo dicembre 2022 si è tenuta a Roma la seconda edizione del Premio Minerva Roma per la donna manager e per le aziende di eccellenza. L’iniziativa nasce dall’impegno del Coordinamento Minerva Federmanager Roma per promuovere la cultura manageriale femminile e valorizzare il contributo delle donne al mondo del lavoro, dando visibilità alle pratiche più virtuose e innovative di crescita personale e professionale. Ideata e realizzata con la partecipazione e collaborazione di Unindustria e LUISS Business School.

Oltre agli interventi di saluto di Federmanager Roma, con il Presidente Gherardo Zei, e di Unindustria,  con il Presidente del Comitato Piccola Industria Fausto Bianchi, hanno partecipato al dibattito  la Presidente di Anima per il Sociale, Sabrina Florio, Laura Trapani di RINA Services, Sergio Milia di Cellnex e Maria Isabella Leone della Luiss Business School. Ha moderato l’evento Valeria Giaccari, cofounder dell’Agenzia per il lavoro Orienta, insieme a Stefania Santucci, Coordinatrice del Gruppo Minerva Roma.

Gherardo Zei, Presidente Federmanager Roma

Fausto Bianchi, Presidente del Comitato Piccola Industria di Unindustria

Stefania Santucci, Coordinatrice Gruppo Minerva Roma

Maria Isabella Leone, docente di Management dell’Innovazione, Open Innovation & IP Management, Economics of Strategy in Luiss Business School e Direttrice Scientifica dell’Osservatorio sull’equità di genere della leadership nel settore sanitario

Laura Trapani, Senior Product Developer Centro Strategico di sviluppo servizi Health & Well-being RINA Services

Sabrina Florio, Presidente Anima per il Sociale e Vice Presidente Unindustria con delega al Centro Studi

Sergio Milia, Responsabile Organization & Sustainibility Cellnex Italia

Per quanto riguarda l’assegnazione dei premi alle aziende la partecipazione avviene tramite una call to action compilando una survey on line che dia evidenza di organizzazione, governance, percorsi di carriera e progetti finalizzati alla valorizzazione e promozione delle donne, tramite la raccolta di KPI quantitativi e la descrizione di contributi qualitativi.

Tra le aziende partecipanti, tutte meritevoli per la valorizzazione della diversity e dell’inclusione femminile, sono state premiate 4 imprese, oltre a 17 menzioni speciali attribuite ad altrettante aziende del territorio.

Sul versante delle aziende “virtuose”, tutte aderenti a Federmanager e associate a Unindustria, i riconoscimenti sono stati assegnati a Ferrovie dello Stato e Abbott per la categoria Grandi Imprese e, tra le PMI, a Optikon 2000 (Strumenti oftalmici) e Venusia Group (Comunicazione e Marketing), per essersi distinte nell’adozione e l’attuazione di politiche, strategie e pratiche volte a garantire pari opportunità e riconoscimenti di percorsi di crescita professionale, rafforzando la presenza delle donne nelle imprese e nella società.

Anna Maria Morrone ha ritirato il premio per Ferrovie dello Stato

Camilla Mineo ha ritirato il premio per Optikon 2000

 

 

Costanza Galante ha ritirato il premio per Venusia Group

 

 

 

Gaia Bruschi ha ritirato il premio per Abbott

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Una menzione speciale per Azioni a supporto della Leadership femminile e della valorizzazione dei talenti femminili è andata a: Autostrade per l’Italia, BAT Italia – British American Tobacco Italia, Enel, Oracle Italia, Peroni, Philip Morris Italia, Procter & Gamble, Vodafone Italia, Wind3.  La menzione speciale per Strumenti a supporto del work-life balance e della condivisione delle responsabilità familiari e parentali è andata a: Bat Italia – British American Tobacco Italia, Elettronica, Enel, Pfizer, Philip Morris Italia, Procter & Gamble Italia, Vodafone Italia, Wind3.

Le manager premiate per il successo nel loro percorso di carriera ma anche e soprattutto per il loro impegno nella promozione della parità di genere all’interno e all’esterno delle organizzazioni di cui fanno parte, sono state:

Francesca Reich, AD di Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato

Francesca Zanninotti, AD di Medea (Italgas)

Patrizia Ravaioli, Direttrice Generale di Formez PA

Rosita Calabrese, Country Manager Italy di Angelini Pharma

Francesca Reich, AD di Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato

Patrizia Ravaioli, Direttrice Generale di Formez PA

Francesca Zanninotti, AD di Medea (Italgas)

In collegamento online Rosita Calabrese, Country Manager Italy di Angelini Pharma

____________________________________________________________________

Tra le 4 manager premiate con il riconoscimento di Donna Manager 2022, Francesca Zanninotti ci offre un suo contributo, sottolineando i fattori alla base della sua realizzazione professionale e ricordando gli elementi su cui lavorare ancora per far crescere una cultura di inclusione e partecipazione femminile: “Determinazione, impegno per migliorare la consapevolezza di me e lavoro sulla mia capacità di ascolto, sono tra i fattori che hanno aiutato la mia realizzazione professionale. È stato anche importante legittimarmi a esprimere il mio stile di leadership, parzialmente differente da quelli dominanti, ma non per questo meno autorevole o assertivo. Per abbattere i fattori culturali da cui dipendono ancora importanti disequilibri di genere serve ancora molta formazione, che faccia comprendere autenticamente che gruppi e ambienti equilibrati tra donne e uomini consentono una crescita maggiore e contesti più soddisfacenti per tutti”.

____________________________________________________________________

La cerimonia di premiazione è stata anche un momento di riflessione e dibattito sui temi sempre più al centro della discussione relativi a inclusione femminile, partecipazione delle donne al mondo del lavoro e introduzione di prassi e strumenti normativi atti a favorire lo sviluppo delle buone prassi per Gender Equality all’interno delle imprese, come la certificazione della parità di genere.

Valeria Giaccari, cofounder dell’Agenzia per il lavoro Orienta

In particolare, le presentazioni degli ospiti intervenuti sono state incentrate sui dati relativi alla situazione italiana e della Regione Lazio, sulle esperienze maturate all’interno della prima azienda, Cellnex Italia, certificata per la parità di genere, e sugli ulteriori interventi che si renderanno necessari per consentire che il potenziale economico e sociale relativo alla partecipazione delle donne al mondo del lavoro emerga e contribuisca positivamente a cambiare economia e società.

Vi diamo appuntamento al prossimo Premio Minerva, edizione 2023!