Plenitude

La trasformazione di Eni gas e luce in Plenitude

La trasformazione di Eni gas e luce in Plenitude

Il 7 marzo 2022 Eni gas e luce è diventata Plenitude, la nuova società di Eni che coniuga la produzione da fonti rinnovabili con la vendita di gas e luce, i servizi energetici e un’infrastruttura di ricarica per veicoli elettrici. Un nome che accoglie la storia dell’azienda e, al tempo stesso, rappresenta la pienezza di una visione globale e di un’energia che continua a rigenerarsi.

Tra il 2020 e il 2021, la sua capacità installata è quadruplicata fino ad arrivare a 1,1 GW a livello globale, ed è attualmente pari a circa 1,4 GW. Grazie a Evolvere S.p.A. Società Benefit, società acquisita nel 2020, Plenitude è anche prima in Italia nella generazione distribuita da impianti fotovoltaici di piccola taglia e numerose sono anche le attività sul fronte della produzione di energie da fonti rinnovabili. Per questo decennio Plenitude ha l’obiettivo ambizioso di superare i 6 GW di potenza installata entro il 2025 e i 15 GW entro il 2030. Tutto questo per contribuire all’obiettivo di azzerare le emissioni nette di CO2 Scope 3, grazie a una proposta integrata, e a fornire il 100% di energia decarbonizzata a tutti i clienti entro il 2040.

Plenitude è direttamente o indirettamente presente in 11 paesi (Italia, Francia, Grecia, Spagna, Portogallo, Slovenia, Norvegia Kazakistan, UK, USA e Australia) e fornisce energia a circa 10 milioni di clienti nel mercato retail in Europa.

Plenitude intende accompagnare nella transizione energetica famiglie e aziende con servizi dedicati al risparmio e all’efficientamento energetico. Con l’utilizzo di tecnologie all’avanguardia, fornisce servizi smart per le case, promuove interventi di riqualificazione energetica degli edifici e intende far crescere comunità energetiche che producono, consumano, accumulano e condividono la propria energia domestica. In più, Plenitude è anche certificata Esco ai sensi della norma uni 11352 e si pone come azienda energy as service nei confronti delle imprese con un’offerta integrata di servizi e commodity energetiche pensate su misura.

Nel settore della mobilità elettrica, Plenitude ha fatto il suo debutto ufficiale nel 2019 con E-start, la linea d’offerta per la ricarica dei veicoli elettrici dedicata ai clienti sia residenziali sia business.

Nel 2021, la società, a seguito dell’acquisizione di Be Power S.p.A. (e indirettamente della sua controllata Be Charge S.r.l.), è diventata il secondo maggiore operatore in Italia con una rete di oltre 6.000 punti di ricarica. Anche sulla mobilità elettrica Plenitude ha obiettivi ambiziosi grazie a una infrastruttura di ricarica che sarà ampliata sia in Italia che in Europa con oltre 30.000 punti di ricarica previsti entro il 2025 attraverso installazioni di colonnine di ricarica su suolo pubblico e su suolo privato ad accesso pubblico.

Plenitude è anche Società Benefit che integra nel proprio oggetto sociale, accanto all’obiettivo di profitto, lo scopo di avere un impatto positivo sulla società, le comunità e le persone, nonché in particolare sull’ambiente.

Per misurare e dimostrare il proprio impatto positivo sulla società in rifermento alle tematiche sociali, ambientali e di governance che risultano essere rilevanti per gli stakeholder e per l’azienda, Plenitude ha iniziato un percorso strutturato per la redazione del Report di sostenibilità, in linea con le best practices e seguendo le indicazioni degli standard internazionali e della Relazione di impatto, che pubblicherà per la prima volta in qualità di Società Benefit nel 2022.