Hays

Il lavoro ai tempi del Covid 19, situazione e prospettive secondo Hays

Il lavoro ai tempi del Covid 19, situazione e prospettive secondo Hays

Nel quadro del ciclo di incontri “Diventa Preda degli Head Hunter”, organizzato da Federmanager Roma, si è tenuto il webinar dal titolo “Il lavoro ai tempi del Covid 19” con la partecipazione di Hays, gruppo leader mondiale nel recruitment di professionisti, con un’analisi attenta della situazione attuale e dei trend post pandemia.

Prosegue il ciclo di incontri “Diventa Preda degli Head Hunter” di Federmanager Roma. Un’occasione di incontro e confronto con il mondo della ricerca e della selezione del personale, per fornire nuovi strumenti per chi vuole o deve cercare un nuovo lavoro.

Di grande interesse è stato il webinar, dal titolo, quanto mai attuale, “Il lavoro ai tempi del Covid 19”. Dopo i saluti e l’introduzione di Giacomo Gargano e di Renato Fontana, è stata presentata l’attività di un’azienda primaria del settore. Si tratta di Hays plc, società quotata al London Stock Exchange, Gruppo leader a livello mondiale nel Recruitment di professionisti specializzati, presente in Italia da 15 anni. Ogni anno Hays pubblica il report “Hays Salary Guide”, con l’obiettivo di analizzare la situazione e i trend del mondo del lavoro, e di fornire un’analisi delle principali tendenze retributive con focus sui settori e aree professionali in cui opera.

L’edizione 2021 ha evidenziato come la pandemia di Covid 19 abbia rivoluzionato il mercato del lavoro a livello nazionale e mondiale. Le aziende e i professionisti dei vari settori industriali si sono dovuti confrontare con cambiamenti repentini e decisioni da prendere in tempi brevi, che molto spesso hanno trasformato carriere e business plan. Come diretta conseguenza, molte organizzazioni hanno dovuto mettere in stand-by i programmi di ricerca e selezione del personale soprattutto nella prima parte del 2020.

Tale rallentamento si è registrato particolarmente in alcuni settori, come ad esempio l’Accountancy & Finance, Banking & Insurance, Engineering, Oil & Gas, Sales e Tax & Legal. Al contrario, la necessità di far fronte alla pandemia attraverso l’implementazione di strumenti di lavoro da remoto e con progetti di trasformazione di attività più tradizionali su piattaforme e tecnologie digitali, ha comportato un’accelerazione dello sviluppo dei settori IT e Digital. Costante è stata infatti la richiesta di Software Developer, System Administrator, Network Engineer, BI Developer, Data Scientist e di tutte le figure legate alla Cybersecurity. Social Media, E-commerce Specialist, Content Manager sono risultate le figure professionali più ricercate in ambito Digital nel 2020.

Guardando al futuro, nella speranza che la situazione di mercato legata alla pandemia di Covid 19 si stabilizzerà, possiamo prevedere una graduale ripresa degli investimenti sulle risorse umane, con conseguente aumento dei volumi di assunzioni di professionisti specializzati. “Dalle informazioni di mercato, percepiamo inoltre che le aziende si focalizzeranno in particolar modo sulla propria riorganizzazione interna, per consolidare modalità di lavoro smart o da remoto” conclude Walter Russo, Manager della Divisione Banking & Insurance di Hays Italia.

Walter Russo, Manager della Divisione Banking & Insurance di Hays Italia