premiati

Federmanager Roma e il Premio Giovane Manager 2019

Federmanager Roma e il Premio Giovane Manager 2019

Federmanager Roma può fregiarsi della presenza di due iscritti tra i dieci migliori manager con meno di 44 anni premiati in occasione della terza edizione del premio Giovane Manager 2019

Lo scorso 6 ottobre si è tenuta, in diretta streaming sui canali Federmanager e nell’ambito dell’evento “Codice Green: Le competenze manageriali per la sostenibilità delle imprese”, la premiazione della terza edizione nazionale 2019 del Premio Giovane Manager. Un evento voluto e promosso dal Gruppo Giovani di Federmanager e dedicato agli iscritti con meno di 44 anni, con l’obiettivo di valorizzare il ruolo e il valore delle competenze manageriali come componenti essenziali della costruzione di un nuovo modo di fare impresa. L’organizzazione territoriale di Roma, e lo dico con orgoglio quale consigliere di Federmanager Roma, conta anche quest’anno due presenze all’interno della Top Ten finale. Si tratta di Rosario Pistorio e Carmine Zappacosta che ci hanno voluto brevemente raccontare le loro emozioni.

Rosario Pistorio – Amministratore Delegato Sonatrach Raffineria Italiana SpA 

“Essere stato premiato come uno dei dieci migliori Giovani Manager del 2019 è stato un onore ma, soprattutto, un riconoscimento al lavoro di team che l’intera organizzazione di Sonatrach Raffineria Italiana sta portando avanti ormai da due anni; uno sprone a proseguire ancora di più sulla strada dell’innovazione e della sostenibilità, che insieme alla formazione continua dei nostri dipendenti e all’engagement con il territorio in cui operiamo, rappresentano i pilastri della nostra strategia industriale per affrontare le impegnative sfide che ci aspettano nei prossimi anni. Un orizzonte temporale nel quale l’attività di raffinazione avrà ancora una centralità strategica nelle politiche di approvvigionamento energetico, in un contesto orientato ad una transizione energetica verso combustibili liquidi a basso tenore di carbonio nei prossimi trent’anni. Inoltre, essere entrato in contatto con la realtà di Federmanager, aver potuto approfondire la conoscenza del gruppo giovani, ha significato per me l’opportunità di far parte di una comunità attiva, dinamica, piena di talenti e di capacità, con una visione chiara di ciò che va fatto per costruire una prospettiva di sviluppo seria per le generazioni future. Una esperienza che mi arricchisce, umanamente e professionalmente”.

Carmine Zappacosta – Amministratore Delegato Italcertifer SpA

“Se penso all’etimo della parola manager e alla mia esperienza alla guida di Italcertifer, iniziata nel settembre 2016, credo sia il caso di riconoscere che essere giunto tra i primi dieci del premio “Giovane Manager 2019” sia un riconoscimento soprattutto al lavoro di squadra delle donne e degli uomini che negli ultimi anni ho avuto l’onore di guidare. Inoltre, se non fosse stato per il contesto generale offerto dall’operare in un grande gruppo come Ferrovie dello Stato Italiane questo traguardo non sarebbe stato possibile. Le attività di Assidifer e le iniziative come quella del Gruppo Giovani di Federmanager, rivolte ai giovani dirigenti, sono funzionali al futuro del Paese. Mai come in questo momento lo stimolo delle capacità inespresse è determinante per innescare processi virtuosi che sappiano tradurre sul piano imprenditoriale il senso profondo dello sviluppo sostenibile, basato sull’attenzione alle persone, siano essi colleghi, collaboratori, clienti, o cittadini. La scommessa non è solo ridefinire nuovi obiettivi ma anche affinare un nuovo approccio, nuovi modelli di business e metodi di lavoro che consentano un rilancio della nostra società che valorizzi sempre più il senso profondo dell’etica della responsabilità. Solo coniugando innovazione con tecniche dettate da decennale esperienza si può costruire una nuova cultura di business coerente con il giusto equilibrio tra le esigenze di sviluppo dell’uomo ed il pianeta. Per raggiungere tali obiettivi occorre una spinta straordinaria dei giovani dirigenti e, in tal senso, l’attività di stimolo e di coordinamento messa in atto dal Gruppo Giovani di Federmanager è molto importante”.

 

Giovani manager protagonisti

Giovani manager protagonisti

Promosso dal Gruppo Giovani di Federmanager, il premio Giovane Manager 2019 ha scelto “Codice Green” come tema conduttore. Un’occasione per valorizzare il ruolo e il riconoscimento delle competenze dei giovani colleghi. I 10 selezionati dell’area centro-sud parteciperanno alla finale nazionale

Sono dieci i vincitori della tappa romana del premio Giovane Manager 2019 dell’area centro-sud. Il gruppo Giovani Federmanager, coordinato da Renato Fontana, ha promosso l’iniziativa ed ha scelto “Codice Green” come tema conduttore. Il premio è destinato agli iscritti a Federmanager con meno di 44 anni ed ha come obiettivo la valorizzazione del ruolo e il riconoscimento delle competenze dei giovani manager.

L’iniziativa, alla sua terza edizione, è realizzata in collaborazione con Hays Italia, primaria società di executive search, che offre supporto nelle fasi di selezione dei manager candidati. Il premio ha ricevuto il sostegno dei Giovani Imprenditori di Unindustria e dei Giovani UCID Lazio.

I manager premiati a Roma dal coordinatore del Gruppo Giovani Federmanager Renato Fontana, nella splendida sala Giubileo dell’università Lumsa, hanno superato la selezione tra centinaia di candidati dell’area centro sud e parteciperanno alla finale che ci sarà in occasione della prossima Assemblea annuale di Federmanager ad emergenza sanitaria terminata.” I nomi dei dieci vincitori sono: Cristiana Alicata, general manager Eccellenze campane; Elena Amalfitano, head of voice of the customer & quality analysis Octo Telematics Group Spa; Pietro Stefano Attolico, direttore procurement Acquedotto Pugliese Spa; Cesare Battaglia, associate partner Pricewaterhouse Coopers Advisory Spa; Marco Bevilacqua, general manager operations Flowserve Worthington Srl; Alessandro Catellani, direttore risorse umane P&G global sales Procter and Gamble Holding Srl; Rosario Pistorio, Ceo e managing director Sonatrach Raffineria Italiana Srl; Luca Quaresima, Europe operations and logistic manager Newcold Advanced Cold Logistics; Raffaele Tedeschi, supply chain manager Sitael Spa; Carmine Zappacosta, amministratore delegato e direttore generale Italcertifer Spa (Gruppo FS Italiane).

Premiare un giovane è importante: bisogna creare un passaggio generazionale e valorizzare chi si è distinto. Un vero manager apre le porte alle idee, va incontro alle cose e le cambia, è protagonista di innovazione, crescita e rilancio valoriale ed economico del Paese – ha affermato il presidente Federmanager Roma Giacomo Gargano –. Questo premio è un riconoscimento a questi valori e a quei giovani colleghi che riescono a svolgere egregiamente la professione di manager nonostante i cambiamenti e le incertezze del nostro tempo”.

Giacomo Gargano, Presidente Federmanager Roma e Francesco Bonini, Magnifico Rettore dell’Università Lumsa

I manager premiati oggi sono la prova del talento e delle competenze che i giovani portano nelle nostre aziende – ha commentato il presidente Federmanager Stefano Cuzzilla – donne e uomini che rappresentano una grande ricchezza per il sistema Paese e che in Federmanager possono trovare opportunità e riconoscimenti. Siamo infatti alla terza edizione del premio e abbiamo, in questi anni, premiato centinaia di giovani manager”.

Anche quest’anno Hays è orgogliosa di supportare il premio Giovane Manager 2019 – afferma Marco Oliveri Director Hays – il nostro team di esperti recruiter ha selezionato tra moltissimi professionisti della classe emergente manageriale Italiana solo i profili risultati davvero eccellenti, determinando così questa prima rosa di finalisti per il centro sud Italia. Accompagneremo Federmanager anche nelle prossime tappe di questo prestigioso contest, fino a determinare il manager che si aggiudicherà questo importante premio”.